Contenuto principale

ORATORIO DI SANTA MARIA DEI BATTUTI

Battuti

Attiguo alla chiesa di San Francesco è l’oratorio di Santa Maria dei Battuti. Si trattava di una confraternita laica, indipendente dagli ordini religiosi, nata nel XII secolo e diffusa in tutto il territorio italiano e anche in Europa.

I Battuti o Flagellanti erano a favore di una vita ascetica, predicavano la pace, la misericordia e l’espiazione materiale, attraverso la flagellazione. La confraternita dal 1421 possedeva un altare presso la chiesa di San Francesco, ma nel 1422 ottenne dai frati un appezzamento di terreno per costruire una chiesa, pagando come canone annuo una libra di cera lavorata, ma anche accettando il divieto di erigere un proprio campanile e l’imposizione del padre guardiano come “protettore” della chiesa. La posa della prima pietra spettò all’Abate Paolo Veniero, Abate di Murano, indicato da Papa Martino V per decorare la Chiesa delle Carceri pose anche la prima pietra di Santa Maria dei Battuti, recante l’iscrizione S.D.S.F.S. et I.M.N. interpretata dal “Nuvolato” come: Sanctus Deus, Sanctus Fortis et Immortalis, Miserere Nobis.

L’oratorio e la confraternita si mantennero tali fino al 1797, i membri della confraternita a Natale e a Pasqua distribuivano ai poveri il pane ricavato dalle rendite del frumento e si dedicavano ad opere di misericordia. Negli anni a seguire, l’oratorio visse alterne vicende e venne definitivamente chiuso al culto nel 1789.

Nel 1836 il tempietto fu scelto dal Podestà Vincenzo Fracanzani, come prima sede del Museo Archeologico della città di Este.

L’ ORATORIO DELLO SPIRITO SANTO ( oggi teatro dei Filodrammatici )

FilodrammaticiL’oratorio fu costruito nel 1691 a spese del convento di San Francesco per la Confraternita dello Spirito Santo, quest’ultima infatti, aveva già un suo oratorio all’interno del convento. Nel 1771, per Ducale Decreto del 29 settembre, l’oratorio fu chiuso al culto e alla confraternita venne concesso il trasferimento nella chiesa di Santa Maria delle Consolazioni in Este.