Contenuto principale

Finalità e obiettivi generali del percorso di studi

I percorsi degli Istituti Professionali sono parte integrante del sistema dell'istruzione secondaria superiore in cui si articola il secondo ciclo del sistema di istruzione e formazione di cui all'articolo 1 del decreto legislativo 17 ottobre 2005, n. 226, come modificato dall'articolo 13 della legge 2 aprile 2007, n. 40. Essi sono finalizzati al conseguimento di un diploma quinquennale di istruzione secondaria superiore.

Gli istituti professionali costituiscono un’articolazione dell’istruzione tecnica e professionale, dotata di una propria identità culturale, metodologica e organizzativa, che fa riferimento al profilo educativo, culturale e professionale dello studente, a conclusione del secondo ciclo del sistema educativo di istruzione e formazione di cui all'articolo 1, comma 5, del decreto legislativo n. 226/2005.

Gli studenti degli istituti professionali conseguono la propria preparazione di base con l'uso sistematico di metodi che, attraverso la personalizzazione dei percorsi, valorizzano l'apprendimento in contesti formali, non formali e informali.

Le aree di indirizzo, presenti sin dal primo biennio, hanno l'obiettivo di far acquisire agli studenti competenze spendibili in vari contesti di vita e di lavoro, mettendo i diplomati in grado di assumere autonome responsabilità  nei processi produttivi e di servizio e di collaborare costruttivamente alla soluzione di problemi.

Le attività  e gli insegnamenti relativi a “Cittadinanza e Costituzione” di cui all’art. 1 del decreto legge 1 settembre 2008, n. 137, convertito con modificazioni, dalla legge 30 ottobre 2008, n. 169, coinvolgono tutti gli ambiti disciplinari e si sviluppano, in particolare, in quelli di interesse storico-sociale e giuridico-economico.

Assume particolare importanza nella progettazione formativa degli istituti professionali la scelta metodologica dell'alternanza scuola lavoro, che consente pluralità  di soluzioni didattiche e favorisce il collegamento con il territorio.

I risultati di apprendimento, attesi a conclusione del percorso quinquennale, consentono agli studenti di inserirsi nel mondo del lavoro, di proseguire nel sistema dell'istruzione e formazione tecnica superiore, nei percorsi universitari, nonché nei percorsi di studio e di lavoro previsti per l'accesso agli albi delle professioni tecniche secondo le norme vigenti in materia. A tale scopo, viene assicurato nel corso del quinquennio un orientamento permanente che favorisca da parte degli studenti scelte fondate e consapevoli.

(da All. A Riforma Profili Professionale)

 

Il Diplomato di istruzione professionale nell’indirizzo “Servizi commerciali“ ha competenze professionali che gli consentono di:

supportare operativamente le aziende del settore sia nella gestione dei processi amministrativi e commerciali sia nell’attività  di promozione delle vendite. In tali competenze rientrano anche quelle riguardanti la promozione dell’immagine aziendale attraverso l’utilizzo delle diverse tipologie di strumenti di comunicazione, compresi quelli pubblicitari.

Si orienta nell’ambito socio-economico del proprio territorio e nella rete di interconnessioni che collega fenomeni e soggetti

della propria regione con contesti nazionali ed internazionali.

E’ in grado di:

  • ricercare ed elaborare dati concernenti mercati nazionali e internazionali;

  • contribuire alla realizzazione della gestione commerciale e degli adempimenti amministrativi ad essa connessi;

  • contribuire alla realizzazione della gestione dell’area amministrativo–contabile;

  • contribuire alla realizzazione di attività nell’area marketing;

  • collaborare alla gestione degli adempimenti di natura civilistica e fiscale;

  • utilizzare strumenti informatici e programmi applicativi di settore;

  • organizzare eventi promozionali;

  • utilizzare tecniche di relazione e comunicazione commerciale, secondo le esigenze del territorio e delle corrispondenti declinazioni;

  • comunicare in almeno due lingue straniere con una corretta utilizzazione della terminologia di settore;

  • collaborare alla gestione del sistema informativo aziendale.

A conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato consegue i risultati di apprendimento descritti nel punto 2.2

dell’Allegato A), di seguito specificati in termini di competenze.

1. Individuare le tendenze dei mercati locali, nazionali e internazionali.

2. Interagire nel sistema azienda e riconoscere i diversi modelli di strutture organizzative aziendali.

3. Svolgere attività  connesse all’attuazione delle rilevazioni aziendali con l’utilizzo di strumenti tecnologici e software applicativi

di settore.

4. Contribuire alla realizzazione dell’amministrazione delle risorse umane con riferimento alla gestione delle paghe, al trattamento di fine rapporto ed ai connessi adempimenti previsti dalla normativa vigente.

5. Interagire nell’area della logistica e della gestione del magazzino con particolare attenzione alla relativa contabilità .

6. Interagire nell’area della gestione commerciale per le attività  relative al mercato e finalizzate al raggiungimento della customer satisfaction.

7. Partecipare ad attività  dell’area marketing ed alla realizzazione di prodotti pubblicitari.

8 Realizzare attività  tipiche del settore turistico e funzionali all’organizzazione di servizi per la valorizzazione del territorio e per la promozione di eventi.

9. Applicare gli strumenti dei sistemi aziendali di controllo di qualità  e analizzare i risultati.

10. Interagire col sistema informativo aziendale anche attraverso l’uso di strumenti informatici e telematici.

Questo percorso di studi offre la possibilità di trovare lavoro come:

  • aziende pubbliche e private;

  • studi professionali notarili, commercialistici, di consulenza legale e del lavoro, fiscale e tributaria, commerciale e finanziaria.

  • Istituti bancari ed assicurativi.

Il Diploma permette l’accesso a pubblici concorsi e a qualsiasi facoltà universitaria con una propensione per i corsi ad indirizzo Economico.

Indirizzi per le classi prime

Organizzazione dei percorsi e finalità

 

I percorsi degli istituti professionali sono articolati in due bienni e un quinto anno.

II primo biennio è finalizzato al raggiungimento dei saperi e delle competenze relativi agli assi culturali dell’obbligo di istruzione. Le discipline dell'area di indirizzo, presenti in misura consistente fin dal primo biennio, si fondano su metodologie laboratoriali per favorire l'acquisizione di strumenti concettuali e di procedure applicative funzionali a reali situazioni di lavoro. In questa prospettiva, assume un ruolo fondamentale l'acquisizione delle competenze chiave di cittadinanza che consentono di arricchire la cultura dello studente e di accrescere il suo valore in termini di occupabilità .

L'ampia flessibilità degli orari garantisce, inoltre, la personalizzazione dei percorsi, anche al fine dell'eventuale rilascio della qualifica professionale al termine del terzo anno in regime di sussidiarietà  d'intesa con Regioni e Province autonome.

Il secondo biennio è articolato in due distinte annualità al fine di consentire un raccordo con i percorsi di istruzione e formazione professionale. Le discipline dell'area di indirizzo assumono connotazioni specifiche, con l'obiettivo di far raggiungere agli studenti, nel quinto anno, un'adeguata competenza professionale di settore, idonea sia all'inserimento diretto nel mondo del lavoro, sia al proseguimento degli studi nel sistema dell'istruzione e formazione tecnica superiore, sia nei percorsi universitari o di studio e di lavoro previsti per l'accesso agli albi delle professioni tecniche secondo le norme vigenti in materia.


 

SETTORE SERVIZI

Attività e insegnamenti comuni agli indirizzi dei settori:

- “SERVIZI”

- “INDUSTRIE E ARTIGIANATO”

1° biennio

2° biennio

5° anno

I

II

III

IV

V

Lingua e letteratura italiana

4

4

4

4

4

Lingua inglese

3

3

3

3

3

Storia

2

2

2

2

2

Matematica

4

4

3

3

3

Diritto ed economia

2

2

-

-

-

Scienze integrate (Scienze della terra e Biologia)

2

2

-

-

-

Scienze motorie e sportive

2

2

2

2

2

RC o attività alternative

1

1

1

1

1

TOTALE ORE SETTIMANALI

20

20

15

15

15

 

Attività e insegnamenti obbligatori del settore “SERVIZI” nell’area di indirizzo:

SERVIZI COMMERCIALI”

1° biennio

2° biennio

5° anno

I

II

III

IV

V

Scienze integrate (Fisica)

2

-

-

-

-

Scienze integrate (Chimica)

-

2

-

-

-

Informatica e laboratorio

2

2

-

-

-

Tecniche professionali dei servizi commerciali 

5

5

8

8

8

di cui in compresenza

4*

4*

2*

Seconda lingua straniera (francese)

3

3

3

3

3

Diritto / Economia

-

-

4

4

4

Tecniche di comunicazione

-

-

2

2

2

TOTALE ORE SETTIMANALI

12

12

17

17

17

di cui in compresenza

4*

4*

2*

TOTALE ORE COMPLESSIVE

32

32

32

32

32